Tritatutto

tritatutto potenteCome ogni casalinga disperata mi è successo di ritrovarmi con un tritatutto inutilizzabile e rotto, purtroppo avevo avuto la brillante idea di tritare del cioccolato pensando che, essendo un modello potentissimo, non importava tagliarlo a pezzi più piccoli. Ovviamente ha vinto il cioccolato 😀

Ho passato molto tempo a cercare quale fosse il modello più indicato per i miei bisogni e quelli della mia famiglia e dopo tante ricerche ho trovato quello che faceva al caso mio: considerando che questa “maledizione” del tritatutto che si rompe è propria di molte mie colleghe ho deciso di aprire un portale per aiutare chiunque si trovi nella stessa situazione e abbia bisogno di comprare un tritatutto.

Se hai tritato del ghiaccio con il tuo frullatore con tritatutto annesso non adatto e lo hai distrutto niente paura, con le mie recensioni ti aiuterò a scegliere il nuovo modello che fa al caso tuo evidenziando pregi, difetti e caratteristiche dei tritatutto che esamino: per dare una spinta in più alle recensioni e per aiutarti nel modo migliore possibile, potrai trovare anche i commenti di altre persone che hanno provato i modelli analizzati. Buona lettura 🙂

La differenza tra il tritatutto e il frullatore

Se sei alle prime armi e non sai bene che differenza ci sia tra il tritatutto e il frullatore cercherò di aiutarti: sono per prima cosa due elettrodomestici simili ma che hanno funzioni diverse.

Il frullatore sminuzza il cibo, lo fa a pezzetti piccoli piccoli e può anche mischiare ingredienti per creare creme.
Il tritatutto serve per tritare, come dice il nome, qualsiasi alimento: caffè, spezie, pane, formaggio e frutta secca. Parlando in termini più pratici se stai cercando un elettrodomestico per preparare il pesto, per esempio, allora stai cercando un tritatutto.

Esistono modelli in commercio che uniscono le funzioni del frullatore e del tritatutto, fondamentalmente ti consentono di avere un unico attrezzo per fare più cose. Sono prodotti un po’ più costosi rispetto ai modelli con unica funzione ma sono sicuramente più completi.

Quale tritatutto scegliere?

Veniamo al nocciolo della questione, quale tritatutto scegliere in base alle tue esigenze.

tritatuttoSe devi preparare cose facili, come il pan grattato o i battuti per i tuoi sughi, puoi scegliere un modello modesto dalle dimensioni medie: il top sarebbe scegliere un modello che abbia una capienza da mezzo litro e una potenza di almeno 300 Watt.

Se stai cercando un tritatutto potentissimo per sbriciolare i biscotti, la frutta secca o i chicchi di caffè ti consiglio un modello di scegliere un modello abbastanza piccolo ma che comunque sia potente, almeno 300 Watt.

Se devi preparare passati di verdura oppure omogeneizzati per i tuoi bambini, scegline uno molto ampio con un bicchiere da almeno un litro: la potenza in questo caso dipende dal marchio che sceglierai, potrai trovarne alcuni da 300 Watt e altri molto più potenti, oltre i 500 Watt.

Ovviamente a seconda delle tue esigenze devi scegliere misure adeguate, se hai una famiglia composta da tre persone e devi tritare soltanto il battuto per il ragù, non importa scegliere un tritatutto con capienza da 1,5 litri 😀

Tritatutto o omogeneizzatore?

Se sei una neo mamma e vuoi preparare le pappe per il tuo bimbo probabilmente avrai sentito parlare di omogeneizzatore: è un tipo di elettrodomestico che non crea bolle di aria nel cibo frullato.

La differenza con un tritatutto non è molto evidente, infatti se stai già cercando un elettrodomestico che vada bene per la “pappa” dei grandi, potrai preparare con lo stesso anche quella dei piccoli 😀

Il trucco sta nel far riposare il composto una volta tritato: bolli le verdure o la carne, aggiungi un po’ di parmigiano grattugiato o del prosciutto cotto, frulli tutto e lasci riposare fin quando non vedrai più bollicine sulla superficie della pappa. Ecco fatto 🙂

Ma il tritatutto, trita anche il ghiaccio?

Non tutti i tritatutto includono anche la funzione tritaghiaccio, se non sei sicura del tuo modello fermati o potresti finire nella mia stessa situazione col cioccolato!

Ti consiglio per prima cosa di guardare le caratteristiche tecniche e se il modello che vuoi comprare include accessori specifici o riporta nella scheda tecnica la possibilità di tritare anche il ghiaccio.

Generalmente quelli che riescono a tritare il ghiaccio sono tritatutto potentissimi da almeno 300 Watt che possono tritare anche la carne senza nessun tipo di problema.

Tritatutto manuale

tritatutto manualeMia madre ha sempre usato un tritatutto manuale, lo usava anche per tritare il ghiaccio e la carne.

Sicuramente il pregio principale di questa tipologia è che non richiede elettricità per funzionare, generalmente ha un pulsante o una cordicella da tirare per tritare senza problemi le verdure per esempio per il battuto.

Costa davvero molto poco, puoi scegliere di comprarlo in più per non dover sempre utilizzare quello elettrico nel caso in cui tu avessi una presa dell’elettricità posizionata in maniera scomoda o per tritare piccole quantità di cibo abbastanza morbido. Il vantaggio principale è che è facile da lavare, non avendo un motore può essere infilato senza troppi pensieri sotto l’acqua corrente o in lavastoviglie 😀

Caratteristiche del tritatutto

Quando scegli il tritatutto fai caso a queste caratteristiche che sono le più importanti:

Potenza:

come ti ho già detto se triti molta frutta secca o alimenti in generale molto duri, scegli un tritatutto che abbia una potenza abbastanza elevata che vada da un minimo di 300 Watt.

Grandezza:

dipende molto dalle tue esigenze e da quello che farai col tritatutto.

Se hai una famiglia numerosa o hai spesso ospiti a cena scegli un modello abbastanza capiente, con un bicchiere da almeno un litro e mezzo. Altrimenti tieniti pure sotto gli 0,5 litri che saranno più che sufficienti per preparare un sugo veloce come un pesto per tre o quattro persone.

Le lame:

sono loro la parte più importante che devi osservare.

Scegli un modello in base a ciò che pensi di tritare, non tutti i tritatutto sono adatti per tritare ad esempio carne o ghiaccio: scegline uno che abbia delle lame adatte e di alta qualità perché altrimenti potrebbero incastrarsi i pezzetti sulla base.

Ti consiglio di scegliere un tritatutto da almeno 400 Watt con delle lame in acciaio inox belle robuste.

Funzionalità:

prima di procedere con l’acquisto di un tritatutto considera sempre prima i tipi di alimenti che puoi tritarci.

Esistono tritatutto economici nei quali, per esempio, non puoi assolutamente inserire ghiaccio da tritare o pezzi di cioccolato duro come per l’aneddoto che ti ho raccontato all’inizio 😀

Accessori:

i migliori tritatutto sono quelli che ti danno degli accessori indispensabili. Per esempio l’attrezzo per montare i bianchi a neve o la panna fresca e la lama per tritare il ghiaccio.

Design:

scegli un tritatutto pratico e soprattutto non ingombrante per poterti muovere tranquillamente in cucina. Verifica che la lunghezza del cavo sia sufficiente per il tuo spazio e che abbia dei piedini solidi alla base onde evitare che oscilli.

I migliori tritatutto

Molti discount e supermercati vendono frullatori e tritatutto per una decina di euro, ma spesso sono completamente inutili perché si affaticano soltanto a tritare cose semplici come una cipolla.

Se vuoi avere un buon tritatutto che stia con te per molto tempo ti consiglio di affidarti a marchi come Kenwood, Moulinex, Philips, Braun e Bosch.

Dove acquistare il tritatutto

Quando vai a fare la spesa dai un’occhiata al reparto elettrodomestici e inizia a farti un’idea sulle dimensioni del modello che potrebbe fare al tuo caso: controlla i tritatutto esposti, guarda come sono i piedini, quanto è robusto il cavo e quanto è grande il bicchiere.

A quel punto, quando avrai fatto la tua scelta, ti consiglio di guardare su Amazon per cercare ottime offerte e proposte: il mio fidato tritatutto l’ho acquistato proprio tramite questo sito, in un giorno mi sono trovata il pacco già a casa e ho iniziato a usare il tritatutto immediatamente.

Cosa tritare con il tritatutto

Se scegli un tritatutto potente puoi davvero sbizzarrirti in cucina: io essendo un’amante della cucina ho sperimentato.

tritare il pestoPer esempio puoi tritare il riso per creare la farina di riso, ho provato anche a tritare la liquirizia per creare un liquore che è venuto veramente molto buono.

Ho provato anche a ricreare la Nutella partendo da nocciole tostate e tritate e aggiungendo cacao, cioccolato, latte e un po’ di fecola di patate: non sarà come l’originale, ma ti assicuro che è davvero da leccarsi i baffi 😉

Se sei un amante dei dolci col tritatutto puoi tritare anche lo zucchero per preparare lo zucchero a velo; un’idea per un antipasto sfizioso che ho provato a creare in occasione di una cena è stata il tritare del prosciutto cotto al quale ho aggiunto un po’ di maionese per creare una buonissima crema spalmabile salata.

Ovviamente l’importante è che sia un modello potente al punto giusto e che soprattutto abbia delle lame robustissime, mi raccomando!

Come creare il battuto per il sugo col tritatutto

Una delle cose più importanti che posso fare con il mio tritatutto è tritare il battuto: la cipolla, la carota, il sedano e il prezzemolo richiedono molto olio di gomito (e lacrime, nel vero senso della parola, se pensi alla cipolla!).

Con il tritatutto mi basta soltanto prendere le verdure, lavarle sotto acqua corrente, tagliarle in maniera grossolana per farle tritare meglio e più velocemente e inserirle nel bicchiere del mio fidato tritatutto. Mi basta poi premere un tasto e lasciare che sia lui a lavorare: è talmente tanto che non uso più la mezza luna che non mi ricordo più neppure dove l’ho messa in casa 🙂

Insomma il tritatutto un buon aiutante in cucina!

Commenti (22)

  • Elisa

    |

    salve… Sono intenzionata ad acquistare il tritatutto girmi tr01… Lo utilizzerò ogni tanto per frullare le pappe al bimbo e per fare qualche trito… Mi sapete dire se (per esempio) dovessi inserire una carota intera o una cipolla, riesce a sminuzzarle bene o serve che la tagli io prima a cubetti? Poi vorrei sapere se per tritare il ghiaccio e’ meglio un frullatore o un tritatutto… Vorrei anche sapere cosa ne pensate di questo tritatutto. Grazie

    Rispondi

    • admin

      |

      Ciao Elisa,
      è consigliabile tagliare a pezzi (soprattutto alimenti duri come la carota) questo per evitare di far sforzare il tritatutto.
      Per tritare il ghiaggio, oltre agli appositi tritaghiaccio, è preferibile usare un tritatutto con una potenza non inferiore a 350W.

      Il Girmi TR01 è un buon prodotto adatto per l’utilizzo di cui necessiti. Se dovessi tritare spesso il ghiaccio consigliamo un tritatutto con una potenza superiore, vedi il Kenwood CH580

      Rispondi

  • Giacomo

    |

    Buongiorno,volevo chiedere un informazione:conoscete un tritattutto in grado di ridurre in polvere pezzi molto duri e secchi?

    Rispondi

  • Chiara

    |

    Buongiorno, volevo chiederle un consiglio. Mia mamma dovrebbe comprare un tritatutto per tritare pane, carne e parmigiano. Le serve per fare cose tritate per mia nonna che non riesce più a mangiare bene. Tutti i tritatutto comprati in passato si sono rotti, che modello mi consiglia?
    grazie
    Chiara

    Rispondi

  • Denis

    |

    Buongiorno, che ne pensa di un prodotto più flessibili come il BOSCH – MSM67170 ? Grazie dell’aiuto!!

    Rispondi

    • admin

      |

      Ciao Denis!
      E’ un ottimo prodotto, che arriva completo di tutti gli accessori necessari per spaziare con le tipologie di preparazione. Considerato che attualmente è in offerta su Amazon, lo consideriamo uno dei migliori acquisti nell’ambito dei frullatori a immersione multifunzione 🙂

      Rispondi

  • CCl3NO2

    |

    Sono qui a domandarvi un ragguaglio su quale tritatutto può essere il migliore nel mio caso. Vi spiego: io faccio creme di tutti i generi per le pasticcerie: di mandorle, nocciole, pinoli, pistacchi, ecc. soltanto che sono un maniaco della cucina salutare, così mi auto-obbligo a fare tutto quanto partendo dalle materie prime per non avere niente id… “sofisticato”. I pasticceri a cui dò le creme, per fortuna sono molto soddisfatti. Va beh, ma veniamo alla domanda: quale tritatutto è il migliore per ottenere delle farine finissime dai frutti secchi che ho elencato? Certo, dovrei acquistare una apparecchiatura professionale, ma, dato che sono all’inizio e faccio ancora tutto artigianalmente a regola d’arte, mi accontento di un elettrodomestico casalingo. Certo: deve essere resistente, perchè tritando continuamente frutta secca…! Quindi, quale mi consigliereste, per cortesia? Grazie!

    Rispondi

  • Simona

    |

    Buongiorno vorrei acquistare un prodotto in grado di tritare semi molto piccoli tipo quelli di lino e anche cose molto dure tipo farro orzo riso integrali…. E se possibile di piccole dimensioni…Mi serve solo x piccole quantità e per nessun altro motivo x ‘ ho altri elettrodomestici… Grazie Simona

    Rispondi

    • admin

      |

      Ciao Simona, grazie per il tuo commento!
      In molti ci hanno chiesto una soluzione che sia capace di tritare spezie, semi di lino e cereali.
      Il nostro consiglio è sicuramente il Moulinex MC3001 un prodotto molto piccolo (non supera i 9cm di diametro e non raggiunge gli 800g di peso) che permette di tritare qualsiasi cosa grazie a due lame: mainacaffè (che puoi usare per i cereali) e macinaspezie (ideale per i semi di lino).

      Speriamo di esserti stati d’auito!

      Rispondi

  • carlo

    |

    salve, ho bisogno di un tritatutto, quello che sostanziamente ci andrei a fare sono farine di frutta secca :mandorle, noci, riso, pistacchi. Tra l altro amo la pasticceria, e macinando frutta secca con il caramello, se si ha un buon tritatutto di ottengono delle vere e proprie paste di frutta secca. non mi interessa lavorare grosse quantita. cosa mi consigliate? MOULINEX DPA141 e una buona soluzione? grazie e buona giornata!

    Rispondi

    • admin

      |

      Ciao Carlo,
      Il Moulinex DPA141 è un ottimo tritatutto, riesce a creare farine di frutta secca e trita anche i cereali più duri.
      Non ha la funzione da frullatore, quindi finché usi il Moulinex per tritare a secco (che mi sembra essere il tuo caso) è perfetto!
      Speriamo di esserti stati utili!

      Rispondi

  • sefora

    |

    salve quale tritatutto mi consiglia per tritare molto finemente lo zucchero in modo da fare lo zucchero a velo e frutta secca a farina ? e che riesca a macinare anche i cereali .. grazie mille..

    Rispondi

    • admin

      |

      Ciao, grazie per il tuo commento!
      Ti consigliamo qualsiasi tritatutto Moulinex, sicuramente ti troverai benissimo.
      Altrimenti puoi optare per il Tritatutto Girmi, modello GIR0TRT20, ha recensioni ottime ed un prezzo molto conveniente!
      Speriamo di esserti stati d’aiuto!

      Rispondi

  • Maria

    |

    Buonasera,

    sono alla ricerca di un tritatutto che abbia anche il minipimer, per cui con annessi bicchiere e contenitore. Ho visto diversi modelli della Braun e della Kenwood, non mi interessano accessori quali la monofrusta o il passaverdure, mi interessa solo che il piede del minipimer sia in acciaio, che la velocità abbia diverse regolazioni e che il tritatutto sia resistente e triti uniformemente.
    Grazie mille, sito utilissimo in questa giungla di elettrodomestici!!

    Rispondi

  • michele

    |

    ciao sto aprendo un’azienda di cremazione animali da compagnia, dopo la cremazione, ciò che che rimane non sono solo ceneri, vanno tritate per avere le ceneri che tipo di tritatutto mi consigli
    grazie attendo tua opinione

    Rispondi

    • admin

      |

      Ciao Michele, non crediamo che un classico tritatutto è lo strumento più adatto alle tue necessità.

      Rispondi

  • claudia

    |

    Buonasera, sto cercando un tritatutto adatto a preparare il burro di mandorle (o crema), partendo appunto da mandorle tostate intere.
    Cosa mi consigliate?

    Rispondi

Lascia un commento